Flash

Torino 2018 – Programma del meeting SWIM (5-6 maggio)

Elegante, perbene. Dietro quella facciata austera c’è una prorompente vitalità, un cuore pulsante creativo e frizzante che ne fa una città unica e diversa dal resto d’Italia. (Wall Street Journal)

Abbracciata da un orizzonte alpino, che sembra un ibrido tra Parigi e New York. (Financial Times)

Quest’anno abbiamo scelto Torino per il nostro appuntamento annuale condensato in un weekend di visite culturali e artistiche alternate a riflessioni e approfondimenti sugli argomenti di maggiore attualità nel mondo della comunicazione e giornalismo scientifico in Italia e all’estero che trattiamo quotidianamente.

Il meeting sarà preceduto venerdì 4 maggio da un corso di tre ore accreditato dall’Ordine dei Giornalisti valido ai fini della formazione continua obbligatoria (“Giornalismo scientifico: l’approccio critico a ricerca e innovazione al tempo delle fake news”, iscrizione gratuita attraverso il portale SIGeF).
Programma Corso ODG_Torino_4maggio2018_def

Quota di iscrizione: 50 euro (pagabili con carte di credito, via paypal o in contanti).
Per partecipare scrivere a redazione@sciencewriters.it

La partecipazione è gratuita per gli iscritti all’associazione.

 

Il Palazzo degli studi anatomici è il meglio conservato di un nucleo di diversi edifici, costruiti alla fine dell’Ottocento, che costituivano la «Città della scienza», un centro di ricerca scientifica di levatura internazionale e simbolo della Torino positivista, che ebbe grande importanza per lo sviluppo culturale, scientifico ed economico della città. Il Palazzo degli studi anatomici ospitava gli istituti, i laboratori e le aule di lezione delle facoltà di Medicina e Chirurgia, Chimica e Scienze dove hanno lavorato anche tre premi Nobel: Rita Levi Montalcini, Renato Dulbecco, e Salvatore Luria. Oggi ospita il Sistema Museale di Ateneo (SMA) che vede aperto al pubblico i Museo di Anatomia Umana “Luigi Rolando” e di Antropologia Criminale “Cesare Lombroso”.

L’Istituto nazionale di ricerca metrologica (INRiM) nasce nel 2006 dalla fusione tra due enti di ricerca storici, l’Istituto Elettrotecnico Nazionale Galileo Ferraris e l’Istituto di Metrologia Gustavo Colonnetti, fondati a Torino durante gli anni della seconda rivoluzione industriale. Oggi l’INRiM è un ente pubblico di ricerca scientifica che svolge per l’Italia le funzioni di istituto metrologico nazionale. L’attività metrologica fondamentale è sostenuta e affiancata dalla ricerca di base e applicata in numerosi settori: la scienza dei materiali, le nanoscienze, l’ottica quantistica, lo sviluppo di tecnologie e strumenti di misura innovativi, gli studi sulle costanti fondamentali della fisica. L’INRiM opera a sostegno del Sistema Nazionale di Taratura, garantendo la qualità dei riferimenti metrologici e curando la disseminazione dei campioni nazionali delle unità di misura.


La Fondazione Centro per la Conservazione e il Restauro dei Beni Culturali “La Venaria Reale” nasce nel 2005 come istituto per l’alta formazione e la ricerca nell’ambito del restauro e della conservazione del patrimonio culturale e vede come Soci Fondatori il Ministero per i Beni e le Attività Culturali, la Regione Piemonte, la Provincia di Torino, il Comune di Torino, il Comune di Venaria l’Università di Torino, il Politecnico di Torino, la Fondazione 1563 per l’Arte e la Cultura della Compagnia di San Paolo e la Fondazione Cassa di Risparmio di Torino. Il Centro ha sede negli spazi settecenteschi delle ex Scuderie e Maneggio del monumentale complesso “La Venaria Reale” e si fonda su una metodologia che integra le competenze dei restauratori, degli storici dell’arte e delle professionalità scientifiche in un clima multidisciplinare e condiviso, all’insegna dell’aggiornamento, della ricerca e dell’innovazione.


Website Pin Facebook Twitter Myspace Friendfeed Technorati del.icio.us Digg Google StumbleUpon Premium Responsive

Scrivi un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*