Flash

Scienza, democrazia e clima: l’intervento di Turone a Ca’ Foscari

Il Centro Euro-Mediterraneo sui Cambiamenti Climatici (CMCC) ha pubblicato il video con l’intervento del presidente di Swim Fabio Turone all’incontro “Giornalisti, scienziati e pubblica opinione: alla ricerca di un linguaggio comune“, tenutosi a metà ottobre a Venezia nell’ambito del convegno della società italiana della scienza del clima.

Come affermato da Quentin Cooper, giornalista della BBC, “la scienza dà valore al dettaglio, alla precisione, all’impersonale, al tecnico, al durevole, ai fatti, ai numeri e all’avere ragione; il giornalismo dà valore alla brevità, all’approssimazione, al personale, al colloquiale, all’immediato, alle storie, alle parole e all’aver ragione adesso”, e questo è forse all’origine della frizione fra scienza e giornalismo. La scienza è democratica? E a che punto siamo nella trattazione di temi scientifici complessi e multidisciplinari come il tema dei cambiamenti climatici? Quali sono le principali difficoltà che incontrano i giornalisti scientifici oggi nel parlare di clima e ambiente? Quali i principali aspetti da tenere d’occhio e di difficile gestione per i giornalisti? Fabio Turone, Presidente SWIM – Science writers in Italy, l’associazione dei giornalisti scientifici italiani, ha cercato di rispondere a queste domande nel corso del side event “Giornalisti, scienziati e pubblica opinione: alla ricerca di un linguaggio comune”, organizzato nell’ambito della Conferenza annuale della SISC – Società Italiana per le Scienze del Clima, a Venezia il 18 e il 19 ottobre 2018.
Website Pin Facebook Twitter Myspace Friendfeed Technorati del.icio.us Digg Google StumbleUpon Premium Responsive

Scrivi un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*