Flash

Parola di scienziato

Nel villaggio locale, medico, farmacista e insegnante rappresentavano il mondo della conoscenza e componevano, insieme con il prete, il sindaco e il comandante dei carabinieri, una cerchia di autorità verso cui la semplice cittadinanza tendeva a mantenere un atteggiamento deferente fino alla sottomissione, in ragione del gap socio-culturale che separava i due livelli gerarchici.

Nel villaggio globale, questa verticalità è stata sostituita da un’orizzontalità critica che talvolta sconfina nell’eccesso opposto, in una sorta di equivalenza delle opinioni per la quale tutti gli attori si sentono non solo legittimati, ma anche titolati a esprimere la propria opinione su qualunque argomento. La conoscenza non è più considerata un valore intangibile e la parola dell’intellettuale, dello scienziato, di chi ha studiato e acquisito competenze tende a sfumare in una mera opinione. Anzi: in un parere. Uno dei tanti.

Lo scopo di questa pubblicazione è illustrare, attraverso alcune buone e cattive pratiche, il legame tra questo atteggiamento e il processo di corruzione, banalizzazione e fraintendimento che spesso si verifica nella comunicazione della scienza e della conoscenza.

Il libro è a cura di Francesca Dragotto, ricercatrice e professoressa aggregata nel settore Glottologia e Linguistica presso l’Università di “Tor Vergata”, e di Marco Ferrazzoli, Capo Ufficio stampa del Consiglio Nazionale delle Ricerche e docente di Teoria e tecniche della conoscenza all’Università di Roma “Tor Vergata”.
Indice del volume

Introduzione. Teoria e tecnica della divulgazione della conoscenza
Marco Ferrazzoli

Through the cracked looking glass. La comunicazione scientifica, pegno ineludibile all’esistenza sociale della scienza?
Francesca Dragotto

Vaccini sì, vaccini no? Una scelta mai serena
Alessia Bulla

Mangiar sano e salutare, ossessione del nuovo millennio 
Annamaria Carchidi (con Marco Cirilli)

In vivo o in vitro? La sperimentazione animale
Isabella Cioffi

Un rischio non calcolato: il processo dell’Aquila
Valerio Congeduti

Il bosone di Higgs: la particella più famosa del mondo
Viola Rita

Il Global Warming
Renato Sartini

Omeopatia: legale ma non scientifica
Diego Scipioni

Stamina, un anno (e oltre) di parole
Gianluca Viscogliosi

Scienza, ci si può fidare?
Luciano Celi

 

Website Pin Facebook Twitter Myspace Friendfeed Technorati del.icio.us Digg Google StumbleUpon Premium Responsive

Scrivi un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*