Flash

Irrazionali e contenti

di Silvia Bencivelli e Giordano Zevi.

Da dove vengono le decisioni economiche, grandi o piccole che siano? Perché non sempre corrispondono alle attese più razionali? Cosa abbiamo da spartire noi umani con la monkeynomics, l’economia delle scimmie, o con l’aritmetica delle salamandre? Dall’incontro tra economia e neuroscienze emergono molte domande e le prime, sorprendenti risposte.
La scienza economica sta superando in questi anni la visione tradizionale, ma semplicistica, dell’homo oeconomicus sempre razionale, per considerare gli esseri umani in modo molto più realistico: persone le cui decisioni possono essere guidate non solo dal raziocinio ma anche da sentimenti, speranze, paure, ansie e slanci di ottimismo.

Questo libro, Irrazionali e contenti, Viaggio alle origini delle nostre scelte economiche, racconta una storia ancora inedita dei comportamenti economici, in cui – più che gli algoritmi – possono il cuore e il cervello, e il vantaggio individuale viene stabilito in base a fattori sociali e all’empatia, come evidenziato anche dalla scoperta dei neuroni specchio.

Tra psicologia, neuroeconomia e neuromarketing, analisi delle differenze di genere e studi del comportamento animale, gli autori tracciano un interessante percorso per comprendere non solo ciò che governa la microeconomia personale e quotidiana ma anche i meccanismi decisionali globali, tanto.

 

 

Website Pin Facebook Twitter Myspace Friendfeed Technorati del.icio.us Digg Google StumbleUpon Premium Responsive

Scrivi un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*